Page 1
1428964916_1693
Immagine

Google penalizza i siti web che non si adattano ai dispositivi mobili. Eccovi la soluzione.

Aria di cambiamenti: il colosso dei motori di ricerca penalizza il posizionamento dei siti web che non si adattano agli smartphone.

Prima di iniziare è bene sapere che il termine RESPONSIVE indica un sito che si adatti graficamente e in modo automatico al dispositivo con il quale viene visualizzato, che sia uno smartphone o un tablet o altro.

Il termine MOBILE FRIENDLY è stato assegnato da Google a tutti i siti respondive

Tutti i siti web che non si sono ancora adeguati verranno penalizzati, il tutto consiste nella riduzione di visibilità sui motori di ricerca (ad esempio il passaggio dalla prima alla decima pagina dei risultati delle ricerche). Gli esperti confermano addirittura che il mancato adeguamento alle nuove linee guida di Google, porterà all’eliminazione del sito dall’indice della ricerca per dispositivi mobile.

Si calcola che nel 2014 l’utilizzo di internet da dispositivo mobile abbia superato quello da PC, risultato che continua ad aumentare. Era prevedibile che primo o poi sarebbe successo. Google sta informando tutti i webmaster che si occupano di creazione, proggettazione, e sviluppo di piattaforme e siti web, sopratutto quei siti che risultano avere pagine con difficoltà nell’esprimere l’uso sui dispositivi mobili, che quindi rimarranno indietro se non si adegueranno.

Google penalizzazione sito. Cosa significa penalizzati?

Goggle ha inviato il seguente testo: “Tali pagine non verranno considerate ottimizzate per i dispositivi mobili dalla Ricerca Google e verranno quindi mostrate e posizionate adeguatamente per gli utenti di smartphone”.

Tradotto significa che “dalla ricerca Google saranno penalizzati quei siti che non risultano offrire una buona esperienza d’uso agli utenti che usano gli smartphone”

Quali sono le conseguenze?

Come abbiamo già evidenziato, per la maggiore gli accessi da internet avvengono da smartphone, quindi il pubblico da mobile è stravolgente, ci sono quindi molte difficoltà nelle visite ai siti non ottimizzati. Chi ha un sito non ottimizzato sarà di colpo penalizzato almeno nelle ricerche da smartphone e perdere un gran numero di clienti.

Come faccio a verificare se il mio sito è considerato mobile friendly da Google?

Test-Google-mobile-superato Test-Google-mobile-fallito

Utilizza il nostro, clicca qui Tool è totalemente gratuito, potrai capire quale sia il valore di esperienza utente, espresso in percentuale del punteggio del tuo sito web. Incolla il link del tuo sito nell’apposito spazio e scopri se il tuo sito è Mobile Friendly. Nel caso in cui il test non venisse superato, sarebbe opportuno correre al più presto ai ripari. Ecco le soluzioni.

Come faccio a ottimizzare il mio sito o blog e renderlo RESPONSIVE?

Abbiamo proggettato e studiato 2 tipi di soluzioni pensate strategicamente per adeguare il tuo sito ed ottenere il massimo punteggio e soprattutto venire incontro ai bisogni dei visitatori.

  • Sito Web Mobile da affiancare al proprio sito.  

È una versione ottimizzata per gli smartphone e pensata secondo le esigenze di chi accede al sito da mobile. Essendo costruito esclusivamente per gli utenti mobile, ogni azione è pensata per avere l’efficenza assoluta da chi usa lo smartphone.

  • Rendere responsive il proprio sito.

Il sito web responsive si adatta al dispositivo che lo visualizza, modificando la strutturazione delle colonne in modo tale da essere visualizzato per intero nel display di piccole dimensioni. Se il sito è vecchio, sarebbe però necessario ristrutturarlo da capo, potrebbe essere un occasione per dare un tocco di giovinezza e freschezza all’immagine dell’azienda o della piattaforma web che si sta utilizzando, acquistando uno dei pacchetti a disposizione per la creazione di siti web a basso costo.

Tutte e due le strategie confermano il massimo del punteggio che si può avere facendo un test di compatibilità con le nuove regole di Google. L’unica cosa da fare è quella di capire quale sia la strategia più adeguata da adottare.

Cocnlusioni.

Il tempo passa, l’evoluzione dei mezzi di comunicazione si evolve costantemente e con essa anche il modo di presentarsi al pubblico, non rimanere indietro scopri i nostri pacchetti pensati su misura dalle piccole alle medie alle grandi aziende.

Google penalizzerà chi non si adegua per cui ricostruire il proprio sito web è oggi una grande opportunità, a patto che venga pensato anche per venire incontro alle esigenze di chi vi accede via smartphone.

google-plus-place
Immagine

Google Plus: creare una pagina aziendale

In questo articolo vogliamo presentarvi uno dei social più sottovalutato al mondo,  parliamo del social network Google Plus, vogliamo illuminarvi sul grande potenziale e sui vantaggi che il vostro sito, blog o E.commerce potrebbe trarne.

Google Plus di recente è stato oggetto di un grande restyling, sia per quanto riguarda la grafica, sia per quanto riguarda l’accessibilità ai contenuti e ai tools che Google ha messo a disposizione.

 

L’aggiornamento ha riguardato principalmente quattro aspetti, legati a designuser experience:

  • personalizzazione dell’interfaccia;
  • enfasi sui contenuti multimediali;
  • spazio esclusivo dedicato ai videoritrovi (hangouts);
  • maggiore accessibilità ai contenuti rilevanti anche al di fuori delle proprie cerchie di contatti.
Le modifiche effettuate sono state eseguite tenendo conto dei punti deboli del concorrente per eccellenza Facebook, e dell’arrivo della Social Search. Per questo motivo, chi possiede un sito, un blog, o un e-commerce, dovrebbe dedicare maggiore attenzione a Google Plus.
Trinacria Web vi offre una guida pratica su come pianificare la vostra presenza su Google Plus. Per cominciare bisogna creare una pagina aziendale, poi bisogna curarne l’ottimizzazione al meglio.

1. Creare la pagina su Google Plus

Prima cosa da fare è necessario essere iscritti con un account Gmail personale, per chi non ce l’ha potete crearlo QUI.

 

Per poter creare una pagina aziendale su Google Plus occorre essere già iscritti con un account personale. Se non ne avete ancora uno (ma basta un qualsiasi account di posta elettronica Gmail ad esempio) potete aprirne uno qui. Una volta creato, eseguite l’accesso, e a questo indirizzo è possibile iniziare a creare la vostra pagina aziendale.

Creare-pagina-aziendale-Google-Plus

Dopo aver selezionato la tipologia della vostra attività e una volta inserite le informazioni generiche e di contatto relative alla vostra azienda, Google vi chiederà di aggiungere un logo ( dimensioni 200×200 px ), e una copertina ( 940×180 px ) prima della pubblicazione.

Come ultimo sarà necessario compilare la scheda informazioni con la descrizione della vostra azienda, da tenere a mente che anche qui bisogna usare parole chiave e tenere conto dell’indicizzazione

Una tematizzazione specifica della pagina le consentirà di essere più visibile sia nelle ricerche realizzate dentro al social network, che nel box “Related people and pages” di cui si danno tutte le informazioni qui.

2. Collegare la pagina di Google Plus al sito web

Per conferire maggiore visibilità nel motore di ricerca interno alla piattaforma e nelle pagine dei risultati di Google, bisogna implementare alcuni accorgimenti.

Collegando il vostro sito alla vostra pagina di Google Plus, permette al motore di ricerca di capire meglio quale sia il vostro target e i vostri obbiettivi e le varie tematiche di cui trattate, conferendo al sito web (e alla pagina) maggiore pertinenza rispetto a ricerche che lo riguardano.

Possiamo procedere in due modi: è sufficiente seguire almeno una delle due soluzioni, sebbene sia più efficace implementare entrambe le tipologie di verifica.

LGoogle-Plus-link-da-pagina-a-sito-weba prima, e la più semplice, riguarda il collegamento da pagina a sito, che avviene inserendo un link (alla Homepage del sito) nella scheda informazioni della propria pagina su Google Plus.

 

 

 

 

Il secondo metodo riguarda il procedimento inverso, ovvero il collegamento del sito web alla propria pagina. Per fare questo è necessario creare un “badge” costituito da una piccola porzione di codice html (da generare con questo strumento) che dovrà essere inserita nelle pagine del proprio sito.

banner-ecommerce-Trinacria Web
Immagine

Come creare sviluppare un sito E-commerce

Come creare e sviluppare un sito E-Commerce? Una domanda che sempre più imprenditori si fanno quando vogliono estendere il proprio business anche sul web.

Trinacria E-commercePartendo dalla base cerchiamo di chiarire punto per punto:

Costo Sito E-commerce – CREAZIONE E SVILUPPO SITI E-COMMERCE

Molti imprenditori mettono le proprie risorse in amano a dilettanti che curano solo la parte grafica senza tenere conto di molti aspetti da affrontare, si può avere il più bello dei siti E-Commerce, ma se non è ben configurato e categorizzato, non serve a niente, come non serve a niente dilettarsi e provare a farlo da se in quanto le competenze tecniche richieste sono abbastanza complicate.

Ora che abbiamo inoltrato il discorso di come creare un sito E-commerce, cominciamo a spiegare cosa si deve avere per iniziare:

  • Il tuo nome dominio
    Hosting del sito
    Il design del sito
    Mantenimento del sito
  • Inoltre, se hai intenzione di vendere su Internet, ci sono alcuni “extra” che servono a darti visibilità nel Web: Search Engine Optimization ( SEO ) Posizionamento sui Motori di ricerca – Pay Per Click ( PPC ) ADWords
  • Creazione e sviluppo Sito E-commerce

Creazione e sviluppo Siti E-commerce – Nome Dominio : Un nome di dominio è l’indirizzo utilizzato dai computer per trovare il tuo sito web, come www.tuo-sito-web.com.
Per la maggior parte dei domini, è possibile registrare per un anno o fino a dieci anni alla volta. Il più comune è il .com.Alcuni hosting provider offrono un dominio gratuito se si compra dalla loro piattaforma la durata di un anno di hosting. Un consiglio, leggere bene i termini e le condizioni per non cascare in trappole che ti vincolano a pagare extra per cambiare hosting.

Creazione e sviluppo Siti E-commerce – Hosting : Un host non è altro che una macchina (computer) dove il tuo sito ” risiede ”, questa macchina è costantemente connessa a Internet, con lo scopo preciso di visualizzare i/il siti/o web che esso ospita. Il prezzo per uno spazio hosting può variare in base alle dimenioni e ai requisiti minimi richiesti per avere il proprio sito online.
Costo Sito E commerce – Creazione e sviluppo Siti E-commerce – Website Design : Pensa ad un sito web come un investimento. Per Aprire un negozio curi l’apparenza, la pulizia, gli infissi e i macchinare che usi? I costi per la realizzazione di questo “negozio online” possono sembrare alti, ma il ritorno di investimento ricompenserà i costi iniziali, per questo noi di Trinacria Web non ci limitiamo a creare il sito, ma ci occupiamo di ogni minimo particolare dalla creazione alla pubblicizzazione, al renderlo visibile sui motori di ricerca.

In molti cercano di risparmiare soldi facendo creare ad un parente o al cugino del fratello dello zio di un loro amico la grafica o l’intero sito web perché è “bravo con i computer“. Il problema è che il sito darà l’idea di un azienda non gestita da professionisti proprio perchè chi lo ha fatto non è un professionista web.

Questo risparmio iniziale renderà la strada per risolvere il problema dei mancati guadagni del tuo sito molto più lunga. Ricorda che il tuo sito web riflette il tuo modo di lavorare. Trinacria Web costruira il tuo sito sulla tua immagine facendo apparire la tua azienda semplice e professionale.
Se il tuo sito ha un aspetto professionale, allora la tua azienda potrà dare un idea di professionalità. Ricorda che la prima impressione conta molto e non hai mai una seconda possibilità per dare una prima buona impressione! I prezzi per i web designer variano a seconda di dove si vive, e ciò che si desidera per il proprio sito.

Contattaci per ricevere un preventivo!

La maggior parte dei web designer sono disposti a organizzare piani di pagamento.
Trinacri Web assicura un buon rapporto tra qualità e prezzo.

Lo staff di Trinacria Web ascolta le tue idee, e ti offre suggerimenti per migliorare, pur mantenendo buoni standard di web design mediando tra il budget a disposizione e la migliore soluzione applicabile con tale budget. Infine c’è la strada che noi preferiamo, quella della crescita graduale. Consigliamo sempre di mettere da parte un pò di soldi da dedicare poi alla pubblicizzazione tramite advertising.
Dopo lo sviluppo del sito base, curando grafica e raffinatezza dei contenuti, non rimarrà altro che apportare piccole modifiche in base alla risposta degli utenti, andando così a migliorare la presenza dei tuoi prodotti. Con questa strategia possiamo permetterci di far spendere il meno possibile e concentrare le risorse su punti fondamentali del sito web, in modo da beneficiare quanto più possibile dal traffico che esso porterà. Andremo per così dire ad ascoltare il pubblico per capire quando e come investire con intelligenza.
Qual è la differenza tra indicizzazione, ottimizzazione e posizionamento?

Indicizzazione – Un sito ” indicizzato ” è un sito perennemente presente sui motori di ricerca. Per capire se un sito web è indicizzato si deve semplicemente cercarlo su un motore di ricerca qualsiasi, digitando semplicemente il nome del sito come segue: “site:nomesito“.
Ottimizzazione – Per poter posizionare un sito web si deve procedere con l’ ottimizzarlo. L’ottimizzazione di un sito web è un insieme di strategie che ne facilita il posizionamento.

Posizionamento – E’ la posizione effettiva del sito web sui motori di ricerca (ie: il sito è in terza posizione e in prima pagina con la parola chiave selezionata). Per capire l’effettivo posizionamento di un sito web ci vogliono due o tre mesi.

Le ricerche e la SERP

SERP è l’acronimo di Search Engine Results Page. Se cerchi qualcosa su Google, la SERP sarebbe l’atto della ricerca: nella tua SERP ci possono essere foto, siti web, video, post di blog, annunci pubblicitari, etc.

Cosa sono i risultati organici?

Facendo una ricerca su Google, troviamo due tipologie di risultati: quelli a pagamento e quelli organici (detti anche “naturali”).
I risultati a pagamento sono quelli che appaiono più in alto tra i risultati e/o sulla destra della pagina sottoforma di banner testuali.
I risultati a pagamento sono segnalati: una volta erano evidenziati in giallo, adesso c’è la scritta “AD” che li distingue.
I risultati organici sono quelli che si sono posizionati in maniera naturale, in base alla SEO.

I nostri servizi

Trinacria Web offre un servizio professionale il nostro team è altamente qualificato e sono sempre alla ricerca di strategie marketing sempre più evolute ed efficaci, lavorando insieme a te per raggiungere i tuoi obiettivi.

Ogni azienda è diversa, per cui non esiste un approccio “standard” nel SEO, il che significa che ogni campagna è diversa, per questo motivo la nostra azienda, disponendo di una lunga esperienza nel campo marketing pubblicitario, le parole d’ordine sono: esperienza, professionalità e convenienza e sviluppare un piano marketing adatto alle tue esigenze.

Trinacria img evidenza
Immagine

Come essere primi sui motori di ricerca. [Video]

Non sai come farti trovare sul web? Credi di averle provare tutte? Hai l’impressione di non ricevere riscontri positivi investendo nei motori di ricerca?

primi nei motori di ricercaVuoi che la tua azienda possa scalare le vette di indicizzazione sui motori di ricerca? Vuoi che risulti in prima pagina su Google e non solo?

Tutte domande legittime, molte aziende credono che facendo spendere soldi sulle adwords, i loro clienti potranno ricevere conversioni positive e di conseguenza ottimi guadagni… Ma non è vero!

L’investimento sulle adwods se non è accompagnato da buone strategie di ottimizzazione SEO, vi farà spende più soldi di quelli che incassate.

Qual’è la soluzione?

Mai risposta fu più semplice, le strategie di Trinacria Web si basano su esperimenti e strategie testate sui nostri siti, come avete trovato noi, i vostri clienti riusciranno a trovare voi. Contattaci e ti sveleremo il segreto… In modo veloce e professionale potrai in pochi giorni far incrementare le vendite della tua azienda.

FM_1367190450593
Immagine

Advertising online per promuovere la tua azienda

Uno dei modi per promuovere i prodotti e i servizi della propria azienda, è l’Advertising online.

Internet-marketing-advertisingA differenza del Search Engine Optimization o il social media
marketing o altri simili, l’advertising impone il pagamento all’agenzia che se ne occupa e il pagamento dello spazio occupato dall’annuncio pubblicitario e al sito blog o chi ospita quest’ultimo.

Noi di Trinacria Web ci occupiamo di seguire le campagne di advertising sviluppando e monitorando costantemente queste ultime, mettendo in campo la prolungata esperienza e professionalità del nostro team. per richiedere un preventivo contattaci.

Solitamente le forme di pagamento sono CPC (Cost per Click) o CPM o CPI (Cost per Mille/Impression). Nel primo caso si tratta di:

  • Una campagna Pay Per Click (PPC) presuppone che l’inserzionista paghi una certa cifra ogni volta che un utente fa click
  • Una campagna CPM o CPI presuppone che l’inserzionista paghi una certa cifra ogni mille visualizzazioni.

Le conversioni, sono le azione portate a termine dagli utenti, possono essere monetarie ( es. avviene un acquisto da parte di un utente ), oppure non monetarie ( es. vengono rilasciati da parte dell’utente dei dati inseriti in form di compilazione in modo da paermettere un eventuale contatto ) dicesi Lead.
Il tutto comprende la creazione di una Landing page ad hoc per ogni rispettiva campagna pubblicitaria. Una landing page è una pagina del sito web, generalmente non raggiungibile direttamente da esso, che contiene le informazioni necessarie per portare a termine l’azione che si sta promuovendo. Non hanno un menu, contengono una
call to action evidente, hanno poche informazioni e servono solo ed esclusivamente a raggiungere lo scopo prefissato.

Per saperne di più sulla landing page clicca qui!


 

Esistono diversi tipi di azioni nell’advertising online, eccone alcuni.

Google AdWords

Google AdWords è per eccellenza lo strumento più utilizzato fra quelli messi a disposizione da Google. Attraverso la piattaforma vengono creati degli annunci che fanno
parte di quello che viene chiamato Keyword advertising, in quanto la loro visibilità e apparizione è strettamente legata alla digitazione, da parte dell’utente, di
specifiche parole chiave definite perlappunto dall’inserzionista. Gli annunci Adwords sono quelli che tutti noi abbiamo visualizzato più volte eseguendo una qualsiasi
ricerca Google, Di solito posizionati in alto o a destra della SERP, ed evidenziati con un colore diverso. Per fare in modo che la campagna Adwords sia efficace,
ovvero che abbia un ROI accettabile, bisogna innanzitutto ottimizzarla, scegliendo con cura le parole chiave, bisogna collegarla ad una landing page, che rispetti le linee guida presentate da Google.
Contattaci per avere la consulenza di un esperto di Trinacria Web. Senza impegni riceverai un preventivo specifico per le tue esigenze.

Campagna display

Tutte le campagne che usano banner, pop-up, rich media, interstitial, superstitial, pop-under ecc… Fanno parte delle Campagne Display. Non sono altro che diverse
forme del comune Banner. Il banner occupa uno spazio di una pagina web, di solito riporta un messaggio promozionale cliccabile, collegato alla famigerata Landing Page che si vuole promuovere. I costi dei banner vengono definiti per CPI/CPM. Il Click Through Rate (CTR) è espresso in percentuale, deve essere costantemente monitorato, ed è il rapporto fra il numero dei click che vengono effettuati su un dato banner e le impression, ovvero il numero delle volte che viene visualizzato quest’ultimo.
Perchè una campagna Display abbia un buon riscontro bisogna scegliere con cura i siti che hanno un traffico di utenti adatto al proprio target.

Advertising sui social network

Tutti i social network di maggior successo hanno integrato un sistema promozionale a pagamento. E il colosso fra tutti è Facebook, il primo ad integrare un sistema di pagamento per la promozione sociale, si chiama Facebook Ads, e sono gli annunci che appaiono sulla destra dei news feed di ogni utente. Attualmente con i Facebook ads
si possono pubblicizzare fan page, eventi, applicazioni o siti web esterni, inoltre si può scegliere di sponsorizzare un post. A seguire Twitter che propone una forma di advertising che consiste nella possibilità di promuovere tweet, account o trend. Poi abbiamo LinkedIn i suoi ads servono a mettere in risalto una pagina aziendale o anche un’offerta di lavoro, il prezzo di questi annunci è piuttosto alto, a fronte, però, di una targetizzazione quasi perfetta che consente di far visualizzare gli annunci solo a un gruppo molto specifico di utenti.

Se vuoi cominciare a promuovere la tua attività sui social network con l’aiuto di un consulente di Trinacria Web, contattaci. Inizieremo con il valutare qual’ è la strategia migliore per la tua attività e ti forniremo un preventivo gratuito ad hoc per le tue esigenze e richieste.

social evidenza
Immagine

Perchè usare il Social per promuovere un’ azienda?

Presenti e determinanti nella vita di tutti, sono i Social Media. I dati che si registrano tra le più recenti statistiche sono impressionanti!

Social mediaOramai al giorno d’oggi anche chi va in bagno si porta dietro il cellulare per rimanere costantemente in contatto con amici e aggiornarsi riguardo news. Prevedibile e risaputo che sulla vetta ci sia Facebook con oltre 900 milioni di utenti attivi, a seguire Twitter con 310 milioni, Linkedin con 255 milioni, Pinterest con 250 milioni, Google Plus con oltre 120 milioni, YouTuBe 288 milioni ecc…

Dati incredibili sopratutto se si calcola che solo su Facebook ci sia più di 15 volte la popolazione italiana.

Le aziende continuano a sottovalutare l’uso dei social media perchè in parte ne sono spaventate, in parte non ne riconoscono i benefici appunto per inesperienza o altro. E’ logico pensare che se in un lago ci sono molti pesci è molto più facile pescare, questo ragionamento va attuato anche per i social, un ritorno economico con questi numeri e dati è a dir poco assicurato.

Quali sono i benefici che un azienda può trarre dai social?

Di seguito i benefici che le PMI ( piccole medie imprese ), il professionista, il freelancer o le grandi imprese, possono trarre dai i social network:

  • Danno visibilità ai brand,
  • Consentono la vendita diretta dei prodotti
  • Consentono di creare interazioni con gli utenti/clienti,
  • Consentono di diffondere la filosofia, la vision, il modo di lavorare di un’azienda,
  • Consentono di raccogliere impressioni e consigli,
  • Consentono di trovare spunti di miglioramento e di crescita.

Tutto ciò è possibile solo se l’uso dei social network viene fatto in maniera adeguata, Per questo noi di Trinacria Web, ci siamo specializzati nell’utilizzo degli strumenti e nello sviluppo di script che i social mettono a disposizione per promuovere, vendere o mettere in evidenza i propri prodotti. Abbiamo maturato nel tempo una grande esperienza e una sicurezza uniche nel nostro settore.

Di seguito la Top 15 dei social classificati per utenti attivi giornalmente. | Aggiornati a Febbraio 2015

Facebook1 | Facebook
 900,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Twitter2 | Twitter
 310,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

LinkedIn3 | LinkedIn
255,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Pinterest4 | Pinterest
 250,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors 

 

Google+5 | Google Plus+
 120,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Tumblr6 | Tumblr
110,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors 

 

Instagram7 | Instagram
100,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

VKontakte8 | VK
80,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Flickr9 | Flickr
65,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Vine10 | Vine
42,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Meetup11 | Meetup
40,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Tagged12 | Tagged
38,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Ask fm13 | Ask.fm
37,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Meet Me14 | MeetMe
15,500,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Classmates15 | ClassMates
15,000,000 – Estimated Unique Monthly Visitors

 

Sorgente: eBizMBA Rank

Galleria

Perché usare un software gestionale per gestire la propria attività?

Avere un software gestionale di magazzino e contabilità è uno strumento determinante per tutte le attività, dalle piccole alle medie imprese, al singolo professionista o artigiano.

Il solito foglio Excell o un Word non è più sufficiente per rimanere al passo con i tempi.

Gestionale per aziende commerciali, dettaglio e ingrosso

Utilizzare un software gestionale creato su musura, in base alle necessità della propria azienda, significa portare alla propria attività enormi benefici nella gestione organizzata e controllata dei movimenti di magazzino e dell’ amministrazione contabile:

  1. Creazione e gestione preventivi ed ordini clienti e fornitori, documenti di trasporto (bolle) e fatture

  2. Gestione magazzino anche tramite codici a barre e numeri seriali o IMEI. Calcolo dei fabbisogni in base agli ordini inseriti ed alle date di evasione e consegna previste

  3. Scadenziario e gestione degli incassi e dei pagamenti unito ad un sistema di statistiche dettagliato

Software gestionale per negozi di vendita al dettaglio

Grazie all’utilizzo di un software gestionale i negozi di vendita al dettaglio (abbigliamento e calzature, ferramenta, oggettistica ecc..) possono semplificare e velocizzare le normali procedure di gestione di un negozio:

  1. Vendita al banco tramite lettore barcode unitamente allo scarico automatico del magazzino

  2. Gestione riassortimento del magazzino semplificata e velocizzata con riduzione del rischio di errori

  3. Creazione etichette facilitata in base alle giacenze di magazzino.

  4. Gestione varianti anche con taglie e colori e creazione prodotti composti (kit)

Gestionale per liberi professionisti ed artigiani

Un programma gestionale ben configurato ed ottimizzato, permette ai singoli professionisti ed agli artigiani di velocizzare tutte le operazioni giornaliere commerciali e contabili, così da poter risparmiare moltissimo tempo, perchè si sa, il tempo è denaro.

Software gestionale, la nostra proposta per le piccole aziende

Il software gestionale, permette una gestione facile e professionale di diverse tipologie di attivita’ commerciali ed artigianali: commercio all’ingrosso ed al dettaglio (elettronica, antifurti, ferramenta, librerie, abbigliamento/intimo, autoaccessori, telefonia, informatica, cancelleria ecc), artigiani (elettricisti, idraulici, impiantistica, imprese edili ecc).

Forniamo alle piccole aziende italiane un software gestionale professionale correlato da servizi di installazione, formazione ed assistenza personalizzata, anche a domicilio.